Daniil Medvedev: “Mi piace giocare sull’erba ma devo ancora migliorare”

Daniil Medvedev: “Mi piace giocare sull’erba ma devo ancora migliorare”

Il numero 2 del mondo ha inaugurato la sua stagione sull’erba la scorsa settimana ad Halle, dove ha perso dal numero 45 del mondo Jan-Lennard Struff 7-6, 6-3 nella sua partita di esordio.  Questa settimana, Medvedev è impegnato, in qualità di testa di serie n. 1, all’Atp 250 di Maiorca dove ha già superato il primo turno battendo il francese Corentin Moutet 6-4, 6-2.

Il campione russo afferma al sito web dell’Atp di amare di giocare sull’erba nonostante il suo record in carriera non proprio esaltante su questa superficie e dichiara: “MI PIACE GIOCARE SULL’ERBA, HO SOLO BISOGNO DI PRENDERE CONFIDENZA SU SUPERFICIE, dopo che non abbiamo più giocato per due anni qui sull’erba. Due anni fa inoltre, non ero lo stesso giocatore di adesso”. 

Circa la sua uscita al primo turno ad Halle MEDVEDEV afferma: “È difficile per me dire quale sia la mia superficie congeniale, ma so di poter esprimermi molto bene anche sull’erba, devo solo trovare il giusto equilibrio. Ad Halle ho fatto poche ore di allenamento, decisamente non sufficienti per competere a un livello adeguato. Ho perso al primo turno contro un ottimo giocatore come Struff, quindi non era un match facile già in partenza. HO DECISO POI DI VENIRE A MAIORCA PER CERCARE DI TROVARE FIDUCIA E VINCERE PIÙ PARTITE POSSIBILI“.

Il tennista moscovita offre poi degli spunti tecnici interessanti e rivela: “Quando ho iniziato a giocare sull’erba, ho giocato nel circuito Challenger continuando poi nei tornei del circuito Atp sui campi esterni, non sui campi centrali, e posso dire che I CAMPI CENTRALI SONO PIUTTOSTO LENTI. Ricordo ad esempio la partita che ho giocato con Gilles Simon al Queen’s 2019 , abbiamo fatto degli scambi lunghissimi, cosa un po’ anomala sull’erba” continua il tennista russo.

“Quando mi alleno SUI CAMPI DI ALLENAMENTO, MI TROVO MAGGIORMENTE A MIO AGIO PERCHÉ LA PALLA È PIÙ VELOCE. Poi invece gioco sul campo centrale e la palla si ferma subito dopo il rimbalzo, e devo subito adattare il mio gioco alla situazione , quindi può essere difficile. Comunque sia so di poter giocare davvero bene sull’erba” conclude così Daniil Medvedev.

Nicola Devoto

Fonte: https://www.tenniscircus.com/circuito-atp/daniil-medvedev-erba-maiorca/

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: