Dominic Thiem e la salute mentale nel tennis

Dominic Thiem e la salute mentale nel tennis

È passato solo qualche mese da quando NAOMI OSAKA ha esternato le sue DIFFICOLTÀ PSICOLOGICHE. Era la vigilia del Roland Garros e la notizia creò un POLVERONE MEDIATICO, non tanto perché Naomi soffriva psicologicamente, ma più che altro perché, la stessa giapponese, additò la STAMPA e i GIORNALISTI come principali COLPEVOLI del suo stato emotivo. Da qui la sua decisione di non partecipare a conferenze stampa per tutto il torneo.

Il problema della salute mentale degli atleti è sempre stato un problema passato sottotraccia e poco sentito, nonostante la CARATTERISTICA PSICOLOGICA nel tennis sia FONDAMENTALE. Non solo nella preparazione di un evento (un torneo o semplicemente un singolo match), bensì anche nel bel mezzo di un incontro. Ad esempio, il crollo di ZVEREV nel biennio 2019/2020, dopo due anni in cui era esploso nel circuito e sembrava potesse solo migliorare, è stato causato quasi in toto dai problemi extracampo, che ne limitavano la solidità mentale di cui un tennista ha bisogno.

Ultimamente i media si stanno concentrando di più anche sulla SFERA EMOTIVA DEGLI ATLETI. Quindi, quando sentite dire che adesso ci sono sempre più tennisti e tenniste con problemi di salute mentale, diffidate. Potrebbe essere vero, ma ce ne rendiamo maggiormente conto perché prima se ne parlava poco o, addirittura, non se ne parlava affatto.

Questa lunga introduzione, è stata fatta per contestualizzare al meglio la parte centrale dell’articolo. Parliamo infatti di DOMINIC THIEM, che dopo la vittoria degli US OPEN 2020, ha subito un crollo mentale, dovuto a infortuni fisici e mancanza di motivazione.

Thiem ha parlato ai microfoni di Tennis United, nell’episodio 3 di Crosscourt, ora non più presente sul web, il tennista austriaco ha parlato proprio dei problemi di salute mentale che un atleta affronta.

“Si, credo che probabilmente ci sia una certa RETICENZA NEL MONDO DELLO SPORT a parlare di questi tipi di problema. Alla fine però penso che si migliora di giorno in giorno, ma per tanti atleti questo È UN ARGOMENTO DIFFICILE E NON DOVREBBE ESSERLO” ha dichiarato Dominic.

“Penso che la salute mentale sia un problema importante almeno quanto la salute fisica di un giocatore perché anche se stai bene fisicamente non possiamo sapere se nella testa di un tennista vada tutto bene. Siamo come le persone comuni che vivono PROBLEMI e DIFFICOLTÀ, sia nella loro professione che nella loro vita privata” Thiem ha poi continuato: “Nessuno è sempre felice o sta sempre bene, solo perché viaggiamo per il mondo in belle città e giochiamo NON SIGNIFICA CHE IL GIORNO DOPO SIAMO FELICI. Penso che dovrebbe essere più facile parlarne e solo in questo modo possiamo essere un buon modello anche per le altre persone, dovrebbe essere facile parlare di problemi di salute mentale“.

Fonte: https://www.tenniscircus.com/circuito-atp/dominic-thiem-e-la-salute-mentale-nel-tennis/

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: