Il giorno di Re Rafa e del derby d’Italia

Il giorno di Re Rafa e del derby d’Italia

Dopo il record assoluto di spettatori in una singola giornata (battuto ieri, martedì 10 maggio, con 34.406 spettatori) gli Internazionali BNL d’Italia 2022 propongono un mercoledì che si annuncia memorabile. E’ il giorno dell’entrata in campo dello storico padrone del Foro Italico, un vero re del tennis a Roma: Rafael Nadal Parera, non solo primatista in fatto di Slam conquistati (21) ma anche di titoli nella Città Eterna: dieci, dal primo del 2005 all’ultimo del 2021.

La sua apparizione sul Campo Centrale è prevista per il secondo match a partire dalle 11.00 e si presenta come un evento monumentale. Il 35enne di Manacor, che quest’anno ha perso solo due partite, affronta infatti lo statunitense John Isner, un gigante di 208 centimetri che cercherà, con il suo servizio che produce ogni anno centinaia di ace, di mettere in difficoltà il detentore del titolo, ancora non al massimo della condizione dopo la frattura alle costole del marzo scorso. Iga Swiatek (Foto Adelchi Fioriti) Dopo di lui il più grande palcoscenico del Foro Italico sarò tutto per la n.1 del mondo Iga Swiatek, anche lei campionessa uscente. Si è allenata proprio all’Accademia del maiorchino per preparare la riconquista di Roma, dopo la striscia di quattro tornai vinti consecutivamente in questo 2022: a Doha, Indian Wells, Miami e Stoccarda. Non perde una partita da metà febbraio: la rumena Ruse, sua avversaria, per batterla deve interrompere una serie di 23 vittorie consecutive.

Il campo è sempre lo stesso anche per il terzo match-evento della giornata: il derby d’Italia tra Jannik Sinner, n.13 del mondo e Fabio Fognini, n.57. E’ previsto in apertura di sessione serale, alle 19.00, due ore prima che allo Stadio Olimpico, a poche centinaia di metri, vada in scena il derby d’Italia tra Inter e Juventus con in palio la Coppa Italia. Fabio Fognini (Foto Giampiero Sposito) E’ un confronto inedito quello tra il ventenne della Val Pusteria e il 34 enne di Arma di Taggia, compagni di squadra in Coppa Davis ma rivali proprio sul versante calcistico: Jannik è milanista, Fabio interista. Due generazioni di quel tennis maschile azzurro che oggi spopola a livello mondiale che si confrontano per la prima volta proprio nel luogo simbolo del movimento: il Foro Italico. Fognini ha il merito di aver riportato per primo, dopo 41 anni di digiuno, il nome di un italiano tra i Top10, nel giugno del 2019. Sinner quel traguardo l’ha raggiunto a soli 20 anni. E’ una sfida che resterà negli annali.

Nadal, Swiatek e il derby d’Italia sono le tre punte di diamante di un programma anche oggi super ricco. Basti dire che proprio in apertura, alle 11.00, scenderà in campo sul Centrale il n.3 del mondo, Alexander Zverev, opposto all’argentino Sebastian Baez. Contemporaneamente, sul campo 2, liberamente accessibile con un semplice biglietto “Ground”, si affronteranno la campionessa olimpica di Tokio, Belinda Bencic e la stellina americana Amanda Anisimova, che sogna di diventare la nuova Sharapova. E sul Pietrangeli esordirà un’ex n.1 (e campionessa a Roma nel 2019) come Karolina Pliskova (contro la svizzera Teichmann).

E quanti altri confronti di alta qualità, per palati fini, nell’ordine di gioco: Grigor Dimitrov contro Stefanos Tsitsipas (3° match sul grand Stand), Marin Cilic contro Cameron Norrie (ultima partita sempre sul Grand Stand), Laslo Djere contro Stan Wawrinka (quarto match sul Pietrangeli) seguito dal confronto tra Simona Halep, ex n.1 del mondo, e la statunitense Danielle Collins, finalista agli ultimi Australian Open.

E che dire del confronto tra la tunisina Jabeur e l’australiana Tomljanovic, accessibile con qualunque tipo di biglietto, in chiusura di giornata sul campo n.2? Che mercoledì, che giornata!

Fonte: https://www.internazionalibnlditalia.com/news/in-evidenza/il-giorno-di-re-rafa-e-del-derby-ditalia/

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: