Rubini, il rilancio parte da Roma

Rubini, il rilancio parte da Roma

“Ho superato due anni difficili, sono stata davvero ad un passo dal ritiro”. A vederla giocare non sembrerebbe vero, ma STEFANIA RUBINI si è messa alle spalle un brutto periodo ed averla come protagonista delle pre-qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia non era affatto scontato.

La 29enne emiliana, attuale numero 409 WTA, si è presa la wild card per le qualificazioni battendo la promettente MELANIA DELAI per 3-6 7-5 6-4 al termine di uno dei match più combattuti di giornata. “Sono veramente stanca, ci tenevo tanto a vincere questa partita – affiorano subito le emozioni di Stefania -. Ho gestito bene i momenti di stress e credetemi non è una frase fatta, perché in carriera la testa mi ha fatto perdere tante partite dove ho giocato meglio dell’avversaria e avrei meritato di vincere. Per un lungo periodo ho giocato contro due rivali, una delle due ero io”.

Dopo il best ranking di 293 al mondo raggiunto a fine 2018 ed ottimi segnali di ripresa nel primo post covid, Stefania ha poi faticato ad ingranare la marcia e ha rimandato il suo rientro nelle alte sfere: “Ero tornata bene nel 2020, ma poi nei mesi a seguire ho fatto pochi risultati buoni. Nella mia vita sono successe tante cose, alcune non bellissime, che mi hanno fatto capire che perdere partite di tennis non è la peggior cosa che possa accadere. Adesso sto vivendo il mio lavoro e la mia passione in maniera differente. Obiettivi? Provare a rientrare intorno alla 300esima posizione mi renderebbe già contenta nel breve termine”. Stefania Rachel Rubini (Foto Adelchi Fioriti) Nelle altre sfide i pronostici dati dalla classifica sono stati tutti ribaltati, a partire dal confronto del Pietrangeli che ha visto ELEONORA ALVISI battere la numero uno del seeding FEDERICA DI SARRA con il punteggio di 6-4 5-7 7-5. Un finale incandescente, dove il pubblico si è schierato in favore della campionessa di doppio del Roland Garros junior 2020, che dopo essersi salvata quando l’avversaria ha servito per il match è riuscita anche ad annullare svariate palle break sul 5-5, andando poi a compiere il break decisivo per la wild card.

Prosegue anche la favola di ANGELICA RAGGI, vincente per 3-6 6-1 6-2 su LISA PIGATO. NURIA BRANCACCIO vince in pieno controllo per 6-1 6-2 contro DALILA SPITERI. Nuria Brancaccio (Foto Adelchi Fioriti) Il torneo maschile, che culminerà giovedì 5 maggio con le sfide che mettono in palio le wild card per il main draw, ha registrato la disputa dei due match di “consolazione” tra gli sconfitti dei quarti di finale. Tutto o niente, per i quattro protagonisti dei confronti, che si sono giocati l’ultima chance di disputare le qualificazioni del Masters 1000.

Sconfitta inattesa, sia per i numeri del ranking che per la conformazione del match, quella di GIULIO ZEPPIERI che si è arreso a GIANMARCO FERRARI dopo aver avuto match point in proprio favore. L’allievo di Diego Nargiso, numero 707 ATP e recente scoperta del tennis azzurro, ha rimontato e si è imposto per 1-6 7-5 6-4. Roma 04 maggio 2022 Internazionali BNL d’Italia 2022 Gian Marco Ferrari Foto Adelchi Fioriti Sul Pietrangeli invece un po’ di rammarico per gli spettatori che non hanno potuto godere appieno dello spettacolo promesso dalla sfida tra LUCA NARDI E MARCO CECCHINATO, conclusasi sul punteggio di 6-4 1-0 per il pesarese.

Tanto atteso alla vigilia, il classe 2003 è riuscito dunque a garantirsi un posto negli Internazionali BNL d’Italia, sabato 7 maggio l’esordio nelle qualificazioni: “Sin dall’inizio ho sentito un po’ di pressione su di me. Di base non ne soffro troppo, ma in un contesto così è impossibile rimanere impassibili. Non ho giocato benissimo in questi giorni, ma sono felice di poter giocare le qualificazioni del Masters 1000; anche se sarei potuto andare in main draw”.

Accompagnato dal suo coach Francesco Sani, Luca fuori dal campo sta vivendo l’esperienza con serenità, indotta anche dalla figura che lo accompagna: “Con il mio allenatore ho un rapporto quasi fraterno, parliamo di tutto ed è anche questo il nostro segreto. Quando dobbiamo parlare di tennis, lo facciamo in maniera distesa e aperta. Qui al Foro Italico sto provando forti emozioni, anche in questa giornata ho giocato sul Pietrangeli e dall’altra parte della rete c’era un tennista del calibro di Cecchinato. Sarebbe bello poter calcare questo campo anche nel torneo vero e proprio”. Luca Nardi (Foto Adelchi Fioriti)

Fonte: https://www.internazionalibnlditalia.com/news/in-evidenza/rubini-il-rilancio-parte-da-roma/

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: