Tsitsipas da principe di Monte-Carlo a Re di Roma? “La concorrenza è tanta”

Tsitsipas da principe di Monte-Carlo a Re di Roma? “La concorrenza è tanta”

Nel 2022 solamente Carlos Alcaraz ha vinto più partite di STEFANOS TSITSIPAS. Il 23enne di Atene, numero 5 del mondo, SI PRESENTA AGLI INTERNAZIONALI BNL D’ITALIA COME UNO DEI FAVORITI. Dopo aver concesso il bis a Monte-Carlo, si è fermato nei quarti a Barcellona (proprio per mano del giovanissimo spagnolo) e in semifinale a Madrid con Sacha Zverev. Esordirà sfidando uno tra Grigor Dimitrov e Brandon Nakashima.

“Mi sento bene – dichiara Tsitsipas – anche se per nessuno di noi è semplice giocare in altura. A Madrid ho dovuto fare i conti ancora una volta con un problema al ginocchio, forse a causa del tipo di terra battuta. Ora si torna a giocare sul livello del mare, dove so di essere maggiormente a mio agio. DOVESSI TRACCIARE UN BILANCIO DI QUESTE SETTIMANE SUL ROSSO DIREI CHE NON POSSO LAMENTARMI. Tra Roma e Montecarlo non c’è molta differenza quanto alle condizioni di gioco. Questo torneo non ho ancora avuto il privilegio di vincerlo e sono impaziente all’idea di scendere in campo di nuovo”.

CARLOS ALCARAZ in questo momento è l’uomo da battere. “Il suo tennis è impressionate – sottolinea il greco – e pieno di energia in ogni singolo colpo. È rapidissimo e ha una reattività impressionante anche nel leggere le situazioni di gioco. Ha fame, come si dice in questi casi, e sono certo che saprà anche gestire le responsabilità che avrà d’ora in avanti. È UNA FONTE DI ISPIRAZIONE PER ME, VORREI ESSERE COME LUI. Sta già andando alla grande e so che crescerà ancora molto rapidamente. Sono i risultati che parlando per lui, che dimostrano come adesso sia uno dei più forti giocatori del mondo. In questo contesto storico la concorrenza al vertice è tanta, spero di restare concentrato come lo sono stato nelle ultime due stagioni”.

ORARI ED ORDINI DI GIOCO DI MADRID HANNO FATTO DISCUTERE. Il primo a lamentarsi è stato proprio il campione in carica, Alexander Zverev, costretto ad andare a dormire dopo le 4:00 del mattino per due giorni consecutivi, non avendo così la possibilità di riposare adeguatamente prima della finale. “La finale femminile si sarebbe dovuta disputare prima delle semifinali maschili, anche per venire incontro al pubblico. Onestamente nemmeno io mi sono trovato bene con gli orari. ANDARE A LETTO ALLE 3:00 SPEZZA BRUTALMENTE I RITMI, SOPRATTUTTO IN VITA DI UN TORNEO IMPORTANTE COME ROMA. Spero che non siano scelte prese dagli organizzatori per avvantaggiare qualcosa o qualcuno. Mi fermo qui, non mi va di fare polemica”.

Fonte: https://www.internazionalibnlditalia.com/news/in-evidenza/tsitsipas-da-principe-di-monte-carlo-a-re-di-roma-la-concorrenza-e-tanta/

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: