Serie A1, chi saranno i nuovi campioni?

Serie A1, chi saranno i nuovi campioni?

Al maschile sarà una sfida tutta del meridione tra il circolo campano NEW TENNIS POSEIDON e quello siciliano CT VELA MESSINA ed in entrambe le semifinali è stata premiata la squadra che ha giocato in casa la sfida di ritorno.

Un fattore valido soprattutto per la squadra siciliana che, dopo aver perso all’andata per 4-2 contro il TC PISTOIA, è riuscita a ribaltare il risultato pareggiando i conti con i rivali e andando a giocarsela al doppio decisivo, in cui la coppia formata da SALVATORE CARUSO E GIORGIO TABACCO ha avuto la meglio in poco meno di 2 ore su ANDREA VAVASSORI E LEONARDO ROSSI.

Fondamentale per ribaltare il risultato è stato l’apporto del numero 1 della squadra, Salvatore Caruso, numero 157 del mondo, che ha saputo riscattarsi dopo la sfida d’andata infelice, portando ben 3 punti alla propria formazione. Oltre al doppio decisivo ha vinto su Viola in 3 set molto combattuti e in doppio insieme a JULIAN OCLEPPO ha sconfitto la coppia di Pistoia.

È stata apparentemente una vittoria più agevole per la squadra campana che dopo il pareggio per 3-3 all’andata ha sconfitto il TC RUNGG. Sono stati decisivi i singolari alla fine dei quali i ragazzi del New Tennis Poseidon si sono ritrovati 3-1, con l’unica sconfitta subita nei match tra numeri 1 dove Gaio ha battuto Moroni con un doppio tie-break. È bastato il primo doppio per conquistare aritmeticamente la finale grazie al successo di Pedro Martinez e Andrea Pellegrino su Marco Bortolotti e Horst Rieder. 

La sfida in finale si preannuncia molto combattuta, da capire se per il circolo nato alle pendici del Vesuvio PEDRO MARTINEZ giocherà anche il singolare dove andrebbe a ricoprire il ruolo di numero 1. Per entrambi i circoli sarà la prima finale in serie A1, quindi l’emozione e la tensione potrebbero giocare brutti scherzi. federtennis.it Nella finale femminile si sfideranno il TC RUNGG e il TC PARIOLI. Nelle sfide di ritorno non ci sono state particolari sorprese. Il circolo capitolino dopo aver vinto per 3-1 all’andata, ha strappato il pass per le finali grazie ai singolari. Dopo che la veterana Martina Di Giuseppe ha conquistato il primo punto della giornata contro Stefania Rubini e il successo di Lisa Pigato che ha riportato la sfida in parità, Stefania Burnett ha avuto la meglio di Greta Rizzetto in meno di un’ora. Il doppio non si è disputato, con il TC Parioli che ha dato forfait vista l’aritmetica qualificazione. 

Anche nell’altra semifinale non c’è stato bisogno di disputare il doppio, infatti dopo aver espugnato Genova, il TC RUNGG ha amministrato in casa vincendo due dei tre singolari. Le analogie con l’altra semifinale non finiscono qui. Anche in questa sfida il singolare che ha permesso al circolo trentino di andare a Cesena è durato meno di un’ora, terminando con lo stesso punteggio: 6-1, 6-1. Come nell’andata l’unico punto per il club ligure è stato portato da Lucia Bronzetti. 

La finale sarà l’atto decisivo di una sfida già disputata nei gironi, ma se in quel caso entrambi gli incontri sono terminati per 2-2, nel prossimo confronto una delle due dovrà spuntarla. Si preannuncia quindi una finale incerta fino alla fine, con l’ombra del doppio decisivo che incombe sulle due formazioni.

Luciano de Gregorio

Fonte: https://www.tenniscircus.com/serie-a1/serie-a1-finale-maschile-femminilenuovi-campion/

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: